-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Vicenza: emergenza Covid 19 - avviso all'utenza

ITL Vicenza: emergenza Covid 19 - avviso all'utenza

12 ottobre 2021


L'erogazione dei servizi all'utenza, fino a diversa indicazione, sarà garantita prevalentemente con modalità telematiche e telefoniche.


L'utenza si riceve soltanto su appuntamento e soltanto per servizi non erogabili telematicamente.

I numeri del centralino telefonico sono in funzione dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00.

L'Ispettorato Territoriale del lavoro di Vicenza informa che, fino a nuova comunicazione, i servizi all'utenza saranno erogati prioritariamente con modalità telefonica e telematica e su appuntamento a seguito di specifica convocazione. 

Tutte le istanze di competenza dell'Ufficio devono pertanto essere presentate inviando gli appositi moduli , tutti reperibili alla sezione Modulistica all'indirizzo mail:  ITL.Vicenza@ispettorato.gov.it oppure  ITL.Vicenza@pec.ispettorato.gov.it.

In particolare si informa che : 

Per Richieste di intervento ispettivo occorre inviare il Modulo INL 31 unitamente a copia di documento di identità ed eventuale documentazione a supporto; 

Per Istanze di autorizzazione ex art 4 L.300/1970 (Videosorveglianza) occorre inviare il Modulo INL 1 unitamente al Modulo INL 1.4. per la dichiarazione sostitutiva marche da bollo. 

Per Richieste di convalida dimissioni e risoluzioni consensuali nel periodo protetto (donne in gravidanza e genitori con figli fino a tre anni) occorre utilizzare il modello di richiesta on line periodo emergenziale appositamente predisposto . Si invita anche a prendere visione delle  Info dimissioni * relative a tutela della maternità e della paternità. 

Per Domande di interdizione anticipata e post partum lavoratrici madri occorre utilizzare i moduli INL 11 o 11.1 . Si invita anche a prendere visione delle Info maternità *.

Per Deposito degli accordi sottoscritti in sede sindacale, di cui all'art 411 c.p.c., occorre richiedere appuntamento esclusivamente a ITL.Vicenza@ispettorato.gov.it

 

Info Dimissioni*

Tutela della maternità e della paternità – periodi protetti convalida dimissioni e risoluzioni consensuali informazioni all'utenza (art. 55 co 4 d.lgs 151/2001)

 

Lavoratori le cui dimissioni e risoluzioni consensuali del rapporto di lavoro devono essere convalidate dall'ispettorato territoriale del lavoro:

    1. Lavoratrici in gravidanza.
Lavoratrici e lavoratori nei primi tre anni:

a. dalla nascita;

b. dall'affidamento o dall'adozione.

 
Modalità di richiesta della convalida

Per richiedere la convalida occorrono i seguenti documenti:
  • Lettera di dimissioni che risulti, in un qualsiasi modo, notificata al datore di lavoro (ad esempio timbro e firma del datore di lavoro sulla lettera, ricevuta p.e.c.)
  • Documento di identità/titolo di soggiorno
  • Codice fiscale;
se in possesso: busta paga recente e dell'indirizzo di pec del datore di lavoro.

Info Maternita*

Domanda di maternità anticipata.

La domanda di maternità anticipata rispetto all'inizio dell'interdizione obbligatoria deve essere presentata dal datore di lavoro, utilizzando esclusivamente il modello INL 11.1, nel caso in cui non sia possibile adibire la lavoratrice a mansioni compatibili con la gravidanza;  solo in caso di inottemperanza datoriale la domanda  potrà essere presentata dalla lavoratrice utilizzando lo specifico modello INL 11.1.

Non deve essere presentata a questa Amministrazione ma all'ASL   la domanda di maternità anticipata in caso di  gravidanza a rischio per complicanze  indipendenti dalla attività lavorativa svolta: lo stato patologico sarà in tal caso  accertato dal medico specialista del Servizio sanitario Nazionale o con esso convenzionato.

Domanda di estensione del congedo di maternità  dalla fine dell'astensione obbligatoria  fino al settimo mese dalla nascita 

Deve  essere presentata dal datore di lavoro esclusivamente nel caso in cui le condizioni di lavoro o ambientali siano ritenute pregiudizievoli alla salute della donna e del bambino  e non sia possibile adibire la lavoratrice ad altre mansioni, compatibili con lo stato di puerperio ; in caso di inottemperanza la domanda  potrà essere presentata dalla lavoratrice utilizzando lo specifico modello INL 11.1.