-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Terni-Rieti: controlli in materia di sicurezza sul lavoro in edilizia

ITL Terni-Rieti: controlli in materia di sicurezza sul lavoro in edilizia

25 gennaio 2022


Senza sosta prosegue l’attività ispettiva della sede ITL di Terni-Rieti anche nel territorio Reatino. 

Nello scorso fine settimana i militari NIL della specialità Tutela del Lavoro, unitamente agli ispettori civili ITL, al personale dell’ASL di Rieti e agli uomini dell’Arma territoriale, nel quadro dei controlli disposti su impulso della Prefettura, (con particolare attenzione nel territorio dei comuni del cosiddetto cratere del terremoto avvenuto - nel centro Italia del 2016) con il previsto coordinamento del Comando provinciale dei Carabinieri di Rieti, guidato dal Col. Bellini, si sono effettuati una serie di controlli mirati. 

Degno di specifica menzione un cantiere edile, sul quale è stata rivolta l’attenzione, ricadente nel territorio della provincia. 

L’azienda interessata avente sede legale nel comune di Cantalice, ed esercente appunto attività edilizia. Segnatamente, relativamente agli aspetti inerenti in particolar modo la sicurezza, le unità ispettive tecniche operanti hanno verificato, tra l’altro, l’idoneità e la regolarità del “quadro elettrico generale” di cantiere riscontrando, loro malgrado, l’assenza della indispensabile e necessaria cosiddetta “messa a terra” nonché l’assenza conseguente del relativo “certificato di conformità” dell’impianto elettrico in questione. 

Per tale ragione veniva emesso “immediato” provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale ai sensi dell’art. 14 d.lgs.81/2008, appunto per gravi violazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro di cui all’allegato 1 al d.lgs. 81, come modificato dal più recente DL 146/2021 e conseguente legge di conversione n. 215.

Venivano altresì emesse sanzioni amministrative per violazioni della legge 35/2020 “mancato rispetto degli adempimenti in ordine alle misure di prevenzione e contenimento del Virus Covid19” pari ad euro 3.800 nonché comminate ammende pari a circa 2.000 euro. 

Relativamente a tale azione il personale di Polizia Giudiziaria operante provvedeva a deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Rieti il legale rappresentante della società operante nel suddetto cantiere edile.