-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Teramo: denunciato consulente abusivo per favoreggiamento all’immigrazione clandestina

ITL Teramo: denunciato consulente abusivo per favoreggiamento all’immigrazione clandestina

17 febbraio 2021


L'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Teramo ha individuato e denunciato un presunto professionista del Teramano per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e truffa ai danni dello Stato, all'esito di una complessa attività sinergica di Polizia Giudiziaria coordinata dalla Procura di Teramo con l'ausilio della Guardia di Finanza di Giulianova .

Il soggetto era infatti riuscito, in concorso con un avvocato, ad ottenere indebitamente il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno per ottanta cittadini extracomunitari.

L'operazione è scaturita da una verifica dell'ITL relativa all'instaurazione di rapporti di lavoro fittizi alle dipendenze di cinque aziende ,riconducibili a detto soggetto, depositario delle scritture contabili, e completamente inesistenti.

 In tal modo, grazie ad un sistema di false comunicazioni al Centro per l'Impiego, all'elaborazione di libro unico e di prospetti paga infedeli nonchè ad un giro di false fatturazioni per €. 340mila, era stato possibile allo stesso professionista presentare a vari Sportelli Unici per l'Immigrazione, distribuiti sull'intero territorio nazionale, tutta la documentazione di lavoro necessaria per ottenere i permessi di soggiorno, e altresì far percepire ad alcuni dei lavoratori indebite prestazioni di sostegno al reddito ( ASPI, NASPI, indennità di maternità) per complessivi €. 55.671,62.

A carico del Professionista, individuato come vero dominus e regista dell'intera operazione, sono state eseguite dai Militari le misure cautelari degli arresti domiciliari e del sequestro preventivo di €. 90.000.

Il soggetto è stato altresì segnalato all'Autorità Giudiziaria per esercizio abusivo della professione, in quanto esercitava l'attività di Consulente del Lavoro e di esperto contabile pur essendo sprovvisto dei requisiti per l'iscrizione ai rispettivi albi professionali.