-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Salerno: task force notturna, trovati 16 lavoratori in nero

ITL Salerno: task force notturna, trovati 16 lavoratori in nero

4 agosto 2021


Task force notturna dell'Ispettorato territoriale del lavoro di Salerno  in una grossa azienda di conservazione alimentare nell'agro nocerino, per verificare le condizioni di lavoro e di sicurezza in un settore ad alta intensità di manodopera.

Il controllo, svolto nella notte tra venerdì 30 e sabato 31 luglio e rivolto sia all'attività produttiva principale che alle due società appaltatrici dei servizi di facchinaggio e pulizia , ha riscontrato la  presenza di  13 lavoratori completamente in nero sui 67  occupati nell'unità produttiva, di cui 40 lavoratori extra-Ue.  Tra questi  erano in 12 quelli sprovvisti di qualsiasi contratto di lavoro, uno era senza  permesso di soggiorno e quindi – a differenza dei colleghi - neppure regolarizzabile a seguito dell'accertamento,  oltre a 4 italiani anch'essi completamente "in nero".

La verifica – che  ha coinvolto una decina di ispettori del lavoro  di Salerno, il Nucleo carabinieri del Lavoro e i carabinieri del Reparto territoriale di Nocera inferiore  - ha evidenziato oltre alla mancanza delle basilari tutele in materia di sicurezza come la formazione e la verifica dell'idoneità fisica anche notevoli carenze  riguardo alle norme di prevenzione della salute, con particolare riferimento all'osservanza dei protocolli anti-Covid, rimasti del tutto inattuati da parte delle tre aziende.

Nell'immediatezza della verifica gli ispettori del lavoro hanno notificato ad una delle imprese sottoposte a verifica il provvedimento  di sospensione dell'attività imprenditoriale, avendo riscontrato una percentuale di lavoro nero superiore al 20% dell'organico; al termine delle verifiche documentali tuttora in corso, saranno inoltre adottati i provvedimenti di natura amministrativa per l'occupazione irregolare nonché penali, a carico del datore di lavoro del cittadino pakistano sprovvisto del permesso di soggiorno, oltre alla quantificazione dei contributi omessi all'INPS e i premi INAIL calcolati per l'intero periodo di lavoro accertato.