-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / Operazione anti caporalato a Pistoia

Operazione anti caporalato a Pistoia

6 novembre 2018

La scorsa notte, l'ITL con sede a Pistoia ha concluso, in collaborazione con la Polizia di Stato, un'articolata indagine sullo sfruttamento lavorativo in agricoltura iniziata nel mese di luglio e diretta dalla Procura della Repubblica di Pistoia.

L'indagine ha portato all'arresto di 3 cittadini stranieri in flagranza del reato di intermediazione illecita e sfruttamento lavorativo. Sequestrati 4 furgoni che servivano per trasportare la manodopera sui luoghi di lavoro. Nel corso dell'operazione sono stati individuati 30 braccianti agricoli, soprattutto africani, in gran parte impiegati in nero e privi di copertura assicurativa.

La manodopera veniva impegnata in attività di raccolta dell'uva e delle olive nell'ambito di appalti di prestazioni nelle province di Pistoia, Prato, Firenze, Siena, Lucca, Arezzo e Pisa. I braccianti agricoli venivano pagati circa 4 euro l'ora e lavoravano sprovvisti delle più elementari misure di sicurezza (parte di essi viaggiavano in condizioni di pericolo in un autocarro).

Nell'ambito della stessa operazione, sono state effettuate perquisizioni in due studi di un professionista che, attraverso una procedura fraudolenta, riusciva a ottenere il rilascio del DURC.