-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Pavia: calzaturificio abusivo

ITL Pavia: calzaturificio abusivo

9 gennaio 2020

Il personale ispettivo dell'Ispettorato del Lavoro di Pavia, unitamente al Nucleo Carabinieri e con il supporto dei militari della compagnia Carabinieri di Vigevano hanno messo fine ad una vicenda di caporalato in uno scantinato dove avevano le postazioni di lavoro quattro dipendenti di due ditte artigiane operanti nel settore calzaturiero, che lavoravano in condizioni terribili sia dal punto di vista sanitario, tra acidi e sporcizia di ogni tipo, che dal punto di vista della sicurezza.

Dai successivi controlli amministrativi è emerso che ai lavoratori, assunti per lavorare a domicilio (il loro compito era quello di attaccare suole alle scarpe di celebri marche nazionali), fossero corrisposte retribuzioni in violazione alle normative e che gli operai lavoravano per un numero di ore superiore a quanto previsto dal contratto.

A seguito dell'intervento, il personale ispettivo ed i Carabinieri hanno provveduto al sequestro del capannone ed hanno comminato ammende per 120mila euro, oltre a sanzioni amministrative per 15mila euro ed al recupero di oneri previdenziali per 68mila euro.