-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Pavia: Caporalato in agricoltura, lavoratori in nero e senza permesso di soggiorno

ITL Pavia: Caporalato in agricoltura, lavoratori in nero e senza permesso di soggiorno

26 ottobre 2018


Gli Ispettori dell'ITL Pavia, nel corso di un'azione di vigilanza congiunta con gli Ispettori dell'INPS, hanno trovato 17 lavoratori in nero, di cui uno senza il permesso di soggiorno, che venivano impiegati presso due aziende agricole del territorio pavese.

Le aziende si avvalevano delle prestazioni lavorative di extracomunitari richiedenti asilo ospitati presso un centro di accoglienza.

I lavoratori venivano impiegati dal lunedì al sabato per almeno 10 ore al giorno, ricevendo il solo pasto giornaliero consumato nei locali messi a disposizione all'interno dell'azienda. Alcuni di essi lavoravano anche la domenica con un orario ridotto di circa cinque ore al giorno e accettavano quelle condizioni pur di ottenere un contratto di lavoro e di procurarsi così il permesso di soggiorno.

Oltre all'applicazione delle sanzioni per lavoro nero, ai trasgressori sono state, altresì, contestate ulteriori violazioni amministrative in materia di registrazioni sul Libro Unico del Lavoro per un totale complessivo di circa 145.430,00 euro. Sono state, inoltre, accertate violazioni di natura contributiva per un totale 86.090,07 euro.

Per l'ipotesi di reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro cinque persone sono state deferite all'Autorità Giudiziaria.