-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Modena: verifiche straordinarie per contrastare il lavoro nero

ITL Modena: verifiche straordinarie per contrastare il lavoro nero

2 ottobre 2019

Gli ispettori del lavoro di Modena, per contrastare il fenomeno del lavoro irregolare e sommerso, hanno svolto, nel corso del mese di settembre ed in concomitanza con alcuni eventi culturali, fieristici ed espositivi, alcune iniziative straordinarie in orari serali e giornate prefestive/festive.

In particolare, nell'ambito di tali iniziative attuate su tutto il territorio provinciale, sono state verificate le posizioni di 43 datori di lavoro; al momento di questi almeno 18 sono risultati non in regola con la normativa sul lavoro e la legislazione sociale.

Già a fronte delle prime verifiche svolte, difatti, è stata accertata la presenza di 25 lavoratori irregolari di cui ben 21 completamente in nero, quindi assolutamente privi di tutele previdenziali, assicurative e di presidi per la sicurezza.

Fra i lavoratori irregolari è stata accertata anche la presenza di due lavoratori percettori di reddito di cittadinanza a carico dei quali è stato immediatamente attivato l'iter per la revoca del sussidio.

In conseguenza delle gravi irregolarità riscontrate, ed allo scopo di indurre la regolarizzazione delle violazioni così accertate, sono stati adottati ben 8 provvedimenti cautelari di sospensione dell'attività imprenditoriale a carico di altrettanti datori di lavoro.

Da una prima sommaria quantificazione emergono non meno di 50 mila euro di sanzioni che verranno contestate ai trasgressori e recuperi per contributi evasi che superano abbondantemente gli 80 mila euro.

Gli accertamenti proseguiranno nei prossimi giorni per verificare la presenza di ulteriori irregolarità e si concluderanno con l'applicazione delle previste sanzioni amministrative e penali a carico dei trasgressori e con l'eventuale recupero di ulteriori contributi previdenziali ed assicurativi omessi.