-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL La Spezia: sospeso cantiere edile per lavoro nero e sicurezza

ITL La Spezia: sospeso cantiere edile per lavoro nero e sicurezza

3 dicembre 2021


Crolla un pezzo di ponteggio in fase di montaggio in un palazzo signorile del centro città, per fortuna l'elemento metallico rimbalza sulla strada senza colpire nessuno ma provoca immediate reazioni da parte dei passanti che segnalano l'accaduto ad una pattuglia della Polizia locale che transitava nei paraggi.

Grazie alle sinergie messe in campo tra il Comando di Polizia Municipale e l'Ispettorato territoriale della Spezia, in breve tempo veniva allertato l'Ispettorato del lavoro, che si recava sul posto per effettuare i primi accertamenti di natura lavorativa e in materia di sicurezza.

Dal controllo delle banche dati, emergeva che due dei tre lavoratori  occupati nel cantiere edile erano sprovvisti di un valido contratto di lavoro, inoltre i due operai ponteggiatori, che si trovavano già a circa 15 metri di altezza, stavano procedendo al montaggio del ponteggio senza indossare le cinture di sicurezza.

Ravvisando una percentuale di lavoro nero superiore al 10%, gli ispettori del lavoro procedevano alla sospensione del cantiere, prescrivendo al datore di lavoro di ripristinare le condizioni di sicurezza procedendo nell'immediatezza alla regolare assunzione dei due operai in nero, oltre che assicurare nei termini della verifica l'adempimento formativo  nonché la loro idoneità sanitaria alla specifica mansione.

A carico del datore di lavoro – una ditta di fuori provincia  -  in sub-appalto con l'impresa affidataria dei lavori di ristrutturazione esterna del palazzo  saranno quantificate le maxi-sanzioni nella misura da 1.500 a 9.000 euro per ogni lavoratore non regolarizzato oltre a 2.500 euro per la revoca della sospensione.