-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Catanzaro: Covid-19, ulteriori indicazioni all'utenza

ITL Catanzaro: Covid-19, ulteriori indicazioni all'utenza

16 marzo 2020

L'ispettorato Territoriale del Lavoro di Crotone, in relazione alla emergenza epidemiologica da COVID-19, anche a tutela dell'utenza, nel prendere atto dei DPCM emanati in data 1, 4, 8 e 9 marzo 2020, della Ordinanza della Regione Calabria del 08 Marzo 2020, delle indicazioni fornite dall'INL e dall'IIL di Napoli, tutti contenenti disposizioni finalizzate a limitare quanto più possibile il diffondersi dell'agente patogeno tramite contatti interpersonali ed assembramenti, specie se al chiuso, comunica che i  servizi al pubblico verranno erogati prioritariamente con modalità telematiche, postali e telefoniche, tramite i seguenti canali istituzionali:

  • email:  ITL.Catanzaro@Ispettorato.gov.it;
  • PEC:  ITL.catanzaro@pec.ispettorato.gov.it;
  • Posta ordinaria: Ispettorato Territoriale del Lavoro, Via E. Molè, Trav. L. Di Bona, 88100 Catanzaro;
  • telefono: 0961-1909301 (Centralino ITL-CZ) dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00.
  • UFFICIO Relazioni col pubblico: Isp. Rosanna Mungo 0961-029540
  • Vigilanza Ordinaria: Dott.ssa Roberta Mancini 0961-029534
  • Vigilanza Tecnica: Isp. Giuseppe Muraca 0961-029540
  • Legale e contenzioso: Dott. Vincenzo Parrello 0961-029543

 

Si forniscono inoltre istruzioni in merito alle modalità della fruizione dei seguenti servizi all'Utenza:

  • le richieste d'intervento potranno essere inoltrate dalle lavoratrici o dai lavoratori, direttamente o per il tramite di soggetti terzi delegati, utilizzando il modulo INL-31 disponibile nella sezione MODULISTICA.  La richiesta d'intervento del/della dichiarante dovrà essere inoltrata al recapito PEC o al recapito email istituzionale dell'ufficio, corredata di un documento di identità in corso di validità e dell'eventuale delega;
  • le istanze di revoca dei provvedimenti di sospensione dell'attività imprenditoriale e i relativi allegati potranno essere trasmessi ai summenzionati indirizzi di posta elettronica, allegando il documento di identità in corso di validità del richiedente, mentre potrà essere utilizzato il modello INL 17.1.3 quale dichiarazione sostitutiva per le marche da bollo;
  • la consegna della documentazione richiesta per la prosecuzione o per la definizione degli accertamenti ispettivi e la trasmissione dei mod. F23 comprovanti il pagamento delle somme dovute anche in caso di rateizzazione della sanzione comminata con l'Ordinanza Ingiunzione, potranno avvenire tramite posta elettronica certificata ovvero a mezzo posta elettronica ordinaria;
  • per i provvedimenti (minori dello spettacolo; installazione di impianti di videosorveglianza; accesso agli atti, dimissioni volontarie, interdizione anticipata o post-partum, ecc.,) consultare la sezione MODULISTICA per la compilazione delle istanze di competenza dell'ufficio e provvedere alla spedizione delle stesse tramite posta elettronica certificata ovvero a mezzo posta elettronica ordinaria;
  • le dimissioni volontarie potranno essere formalizzate dagli interessati telematicamente, utilizzando il portale INPS con il PIN Dispositivo (servizio dimissioni volontarie) ovvero il portale Cliclavoro (www.cliclavoro.gov.it) >sezione cittadini>serviziodimissionivolontarie;
  • le dimissioni volontarie/risoluzioni consensuali per lavoratrice madre o lavoratore padre, potranno essere convalidate anche "a distanza" qualora siano accertati, anche a mezzo posta elettronica e previa trasmissione di copia del documento di riconoscimento, l'identità della parte e la libera volontà di dimettersi, oltre che le relative motivazioni.

Si avvisa che, qualora si abbia comunque la necessità di accedere personalmente agli uffici, non verranno ammesse all'interno più di 4 persone contemporaneamente: l'utenza, quindi, dovrà attendere il proprio turno al di fuori dello stabile, entrando uno per volta e limitando in ogni caso la propria presenza all'interno dello stabile per il tempo strettamente necessario all' erogazione del servizio richiesto.

Tali misure vengono adottate a scopo meramente precauzionale, al solo fine di evitare eccessiva aggregazione, restando in ogni caso possibile, ove strettamente necessario richiedere un appuntamento al n. 0961-029567.