-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Bergamo: sospesa l'attività imprenditoriale in un cantiere

ITL Bergamo: sospesa l'attività imprenditoriale in un cantiere

3 giugno 2020


Lavoro nero prestato da un lavoratore clandestino, sospensione dell'attività imprenditoriale e omissioni in materia di salute e sicurezza in riferimento al Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento del virus SARS-CoV-2 nella verifica congiunta tra Ispettorato del lavoro di Bergamo e i Carabinieri della Stazione di Sorisole (Bg). Questo quanto riscontrato nel corso della verifica svolta il 28 maggio 2020 presso un cantiere edile nel comune di Sorisole.

Sui luoghi è stata rinvenuta la presenza di due lavoratori appartenenti a due ditte diverse. In particolare, uno dei due lavoratori ha esibito documenti di identità falsi ed è risultato irregolare sul suolo italiano. Il lavoratore è stato tratto in arresto dai militari dell'Arma dei Carabinieri. 

Nei confronti del datore di lavoro si è inoltre provveduto alla sospensione dell'attività imprenditoriale per lavoro nero, così come previsto dall'art. 14 del D.Lgs. 81/08. La situazione è risultata ulteriormente compromessa dalla probabile non genuinità degli appalti tra le due aziende suddette.

Quanto al controllo in materia di sicurezza, si è riscontrata l'omessa integrazione del piano operativo di sicurezza relativamente alle misure di prevenzione previste nel protocollo benché più volte sollecitate dal Coordinatore per l'esecuzione dei lavori e la mancata attuazione delle procedure di ingresso in cantiere relativamente al controllo della temperatura corporea. I datori di lavoro saranno pertanto deferiti all'Autorità giudiziaria.

A completamento degli accertamenti relativi all'attuazione del Protocollo, sarà informata la Prefettura per i provvedimenti di competenza previsti dal D.L. 19/2020