-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Bari: Avviso all'utenza -Interdizione dal lavoro ante e post partum

ITL Bari: Avviso all'utenza -Interdizione dal lavoro ante e post partum

26 luglio 2021

Interdizione dal lavoro per condizioni di lavoro o ambientali pregiudizievoli alla salute della donna e del bambino prima del parto o fino ad un massimo di sette mesi dopo il parto (art. 17co 2 lett. b e c del D.Lgs 151/2001 e ss.mm.ii).

L'ITL di Bari comunica le seguenti indicazioni operative:

l'istanza da produrre a questo Ispettorato, esclusivamente al recapito pec ITL.Bari@pec.ispettorato.gov.it ovvero al recapito mail ITLBari@ispettorato.gov.it è disponibile nella sezione modulistica  (mod. 11.1). 

Alla stessa, si deve allegare la seguente documentazione: 

1) certificato medico attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto o certificato attestante  la nascita del figlio/a; 

2) dichiarazione del datore di lavoro (sezione modulistica), resa ai sensi degli artt. 46 e 76  del D.P.R. 445 del 28/12/2000, con l'indicazione della mansione o il lavoro vietati cui è adibita la lavoratrice e con la precisazione dell'impossibilità di adibirla ad altre mansioni sulla base di elementi tecnici attinenti all'organizzazione dell'azienda;

3) copia del documento di identità, in corso di validità, della lavoratrice;

4) copia dello stralcio del  DVR (documentazione di valutazione dei rischi) riferito alla mansione svolta dalla lavoratrice nel periodo protetto. 

Precisazioni: il provvedimento che dispone l'interdizione ha efficacia dal momento della sua emanazione; in caso di parto prematuro rispetto alla data presunta del parto, l'Ufficio riconosce, nel provvedimento, l'ulteriore periodo ai sensi della Nota INL D.C. Giuridica n. 553 del 02/04/2021; l'allontanamento della lavoratrice dal lavoro per gravidanza "a rischio" è di competenza della ASL.