-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Notizie / ITL Ferrara-Rovigo: evasione contributiva nel volontariato dei servizi di soccorso

ITL Ferrara-Rovigo: evasione contributiva nel volontariato dei servizi di soccorso

15 giugno 2017

Presso la sede di Ferrara dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Ferrara-Rovigo si è concluso un complesso accertamento che ha riguardato le associazioni di volontariato a cui è stato affidato il supporto dei servizi di trasporto infermi e soccorso, in base a una convenzione con l'Ausl del luglio 2016.

Dai controlli degli Ispettori del lavoro è emerso che per 25 operatori l'attività non presentava le caratteristiche di autonomia e libertà nella gestione del proprio tempo libero tipiche del volontariato, ma piuttosto quelle di un vero e proprio rapporto di lavoro subordinato. I soccorritori e gli autisti impiegati dalle associazioni sottoposte a verifica dovevano attenersi a turni di lavoro prestabiliti e percepivano compensi che non potevano considerarsi meri rimborsi spese, per entità e assenza di giustificativi, bensì veri e propri stipendi.

Gli accertamenti hanno portato a quantificare un'importante evasione contributiva, pari a 383mila euro di imponibile, oltre alla contestazione delle conseguenti  sanzioni amministrative per la mancata regolarizzazione dei rapporti di lavoro come lavoro subordinato.

L'attività ispettiva volta a smascherare il falso volontariato dà risposta alle preoccupazioni già più volte in passato espresse dalle organizzazioni sindacali circa la sottrazione di quote crescenti di prestazioni di lavoro "regolare" a favore di meno "costose" attività di volontariato in ambito sanitario. Questo tipo di irregolarità nel settore sanitario  è già stata peraltro rilevata in precedenti accertamenti, i cui esiti ispettivi sono stati recentemente confermati in giudizio.