-->
Home / Ispettorato Nazionale Lavoro / Media / Notizie attività di vigilanza / Notizie / Maxi blitz dell’ITL di Milano-Lodi: trovati 47 lavoratori in nero di cui 11 senza permesso di soggiorno

Maxi blitz dell’ITL di Milano-Lodi: trovati 47 lavoratori in nero di cui 11 senza permesso di soggiorno

30 novembre 2017


Nella giornata di martedì 28 novembre è stata portata a termine una maxi-operazione di contrasto al lavoro sommerso presso una società, sita nel comune di Buccinasco, che si occupa della distribuzione di volantini.

Il blitz, che è iniziato nella notte di lunedì 27 novembre e si è protratto per tutta la giornata successiva, è stato effettuato dal Nucleo Carabinieri dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Milano-Lodi, con il supporto dei militari della stazione di Buccinasco e della Compagnia di Corsico.

All'interno dei capannoni, adibiti a sede della società, sono stati trovati 60 lavoratori di cui 47 sono risultati in nero; di questi, 11 erano clandestini o privi del permesso di soggiorno valido per prestare attività lavorativa (in quanto richiedenti asilo).

Nei luoghi di lavoro ispezionati, circa 10mila mq, i locali originariamente destinati a magazzini sono risultati adibiti abusivamente a dormitori e sono stati rinvenuti due container industriali destinati ad uso cucina all'interno della quale è stata riscontrata la presenza di fiamme libere ubicate vicino ad un serbatoio di benzina.

È stato emanato un provvedimento di sospensione dell'attività imprenditoriale e sono stati sottoposti a sequestro i locali adibiti a dormitorio e i due container.

Sono stati identificati i due titolari della società, entrambi cittadini pachistani, e sono state deferite all'autorità giudiziaria 13 persone in totale.

Le ipotesi di reato contestate sono: favoreggiamento e sfruttamento dell'immigrazione clandestina, caporalato, soggiorno illegale nel territorio dello Stato, abusivismo edilizio oltre a varie violazioni in tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.